L'Ora del Pellice

Il giornalibro che racconta le storie, di ieri e di oggi, della Val Pellice, di Pinerolo e dei dintorni

C’era una volta….

Storie e leggende delle nostre valli… in occitano

In questa pagina trovate una serie di racconti interpretati da un grande cantastorie: Jean-Louis Sappè.
I video sono stati realizzati da Hari – L’Ora del Pellice grazie ai finanziamenti legati alla legge 482 del 1999 per la tutela e la promozione delle lingue minoritarie.
In questi video Jean-Louis Sappè, tra le anime del Gruppo Teatro Angrogna e grande esperto di occitano, si rivolge direttamente ai più piccoli narrando, in un italiano misto all’occitano, alcune delle storie che caratterizzano le nostri valli.
I racconti più lunghi son o divisi in due parti, per facilitarne la fruizione. Mettetevi comodi dunque e, indipendentemente dalla vostra età, gustatevi questo bel viaggio.

Nel primo episodio di questo viaggio, Jean-Louis ci racconta una fiaba che ha come protagonisti tre animali parlanti: un gatto, un gallo e un topolino. Saranno proprio loro a esprimersi in questa strana lingua che è il patuà.
Nel secondo episodio il protagonista del racconto è Ago, un cane fedele al suo padrone ma ormai un po’ vecchietto…
Per evitare di essere messo da parte, organizzerà una messinscena che farà capire al padrone che l’età non conta.
In questa fiaba troviamo tre soldati angrognini che tornano dalla guerra e si fermano – affamati – in un villaggio della bassa piemontese. Qui dovranno guadagnarsi (con un po’ di astuzia) la fiducia della gente del posto.

Il quarto episodio è abbastanza lungo ed è una versione rivista di una fiaba scritta da Italo Calvino.
Questa volta il racconto riguarda una famiglia in cui il marito ha la lingua un po’ troppo lunga…

Eccoci alla seconda parte del quarto episodio. Abbiamo lasciato la marescialla e suo marito alle prese con la furbizia del parroco del paese. Riusciranno a far valere i loro diritti e riscattare quello che appartiene a loro?
Una mamma “mette alla prova” i suoi tre figli, mandandoli in giro per il mondo a procurare cibo e ricchezze per la famiglia. I tre dovranno dimostrare ciò che sanno fare per riuscire nell’impresa. Ce la faranno?
Ecco un’altra fiaba divisa in due! Questa volta si parla di un ragazzino intelligente e pieno di buone intenzioni ma un po’ ingenuo, che si fa prendere in giro da un oste un po’ arrogante e viene sgridato dalla madre.
Eccoci alla seconda parte della penultima fiaba!
Riuscirà il giovane Gianin a farsi valere e a battere in astuzia l’oste che continua ad approfittarsi din lui, recuperando la fiducia della madre che ormai non lo vuole più vedere?
Nell’ultima fiaba raccontata da Jean-Louis, i tre protagonisti dovranno misurarsi in un racconto nel racconto per guadagnarsi la moneta trovata lungo la via. I tre inventeranno quindi storie che attingono dal loro quotidiano, provando ad accaparrarsi il premio.